Forni elettrici

L'elettrodomestico più utilizzato in cucina: il forno elettrico

Il forno elettrico è uno strumento utile per cuocere e riscaldare alimenti di ogni tipo, dal pane al pesce, dalla carne ai dolci. Con questo apparecchio potete cucinare al forno assicurando una cottura adeguata e rendendo i vostri cibi saporiti e genuini.

Sul mercato l’offerta è davvero ampia, ma ogni modello è caratterizzato da alcuni elementi sostanziali che li contraddistinguono e fanno la differenza tra le varie tipologie, come le dimensioni del fornetto o le modalità di cottura e le funzioni in grado di svolgere. Vediamo nel dettaglio alcune caratteristiche peculiari che un buon forno elettrico deve avere per svolgere al meglio le sue funzioni.

Dimensioni e capacità del forno ideale

Prima di acquistare il forno elettrico, valutate lo spazio a disposizione in casa e scegliete quello più adatto alla vostra cucina, tenendo in considerazione le misure del vostro prodotto. Il fornetto elettrico ha delle dimensioni più contenute rispetto ad un forno tradizionale, le misure standard sono 60 cm di larghezza e 45 cm di profondità, mentre l’altezza si aggira intorno ai 60 cm per i modelli standard e 110 cm per i forni a incasso.

Se non avete grandi esigenze, potete scegliere un forno alto e abbastanza capiente perfetto per ogni tipo di cucina, mentre se la vostra abitazione non è eccessivamente grande è preferibile un piccolo fornetto.

Per quanto riguarda la capacità occorre valutare il numero di persone che utilizzeranno il prodotto e la quantità di cibo che riuscirete ad inserire. Di solito un forno ha una capacità standard di 50 litri circa, 65 litri per quelli più grandi e 35 per i forni di piccole dimensioni.

Per un utilizzo familiare è preferibile un modello di forno con capacità di 30 litri, ideale per 4 persone, se vivete soli è sufficiente un forno con capacità che si aggira dai 9 ai 12 litri, ottimo anche per riscaldare o scongelare alimenti.

Tipo di cottura dei forni elettrici

Il forno elettrico permette diverse modalità di cottura. Elenchiamo in breve le funzioni più diffuse:

  • funzione cottura statica che consente di cuocere i cibi grazie al calore emesso dalle due resistenze poste sulla parte alta della camera del forno e sul fondo, adatta per cucinare carne e arrosti e i piatti tradizionali
  • funzione cottura a grill che sfrutta il riscaldamento della resistenza posta nella parte superiore del fornetto, per raggiungere temperature elevate e rendere croccante le vostre pietanze. Ottima per gratinare le pietanze in superficie e asciugare quelle umide.
  • funzione cottura ventilata che cuoce i cibi, utilizzando la ventola e la resistenza inferiore. In questo modo si genera un flusso d’aria che trasmette il calore ai cibi, durante la cottura e la rende più efficace e uniforme.
  • funzione scongelamento per scongelare gli alimenti, grazie alla ventola che permette la circolazione dell’aria a temperatura ambiente e scongela i cibi, senza usare il calore.

Temperatura e potenza del forni elettrici

Il consumo di energia del forno varia a seconda delle temperature e del tempo di utilizzo. Il fornetto elettrico ha una temperatura che si aggira tra 100 ° e 230°, ma attenzione non tutti i materiali possono resistere a tali temperature, quindi utilizzate i recipienti giusti per evitare spiacevoli inconvenienti. Un buon forno elettrico deve avere una potenza adeguata di circa 100 watt per cuocere in tempi brevi, limitando i consumi.

Se volete prestazioni ottimali, scegliete un apparecchio con materiali di qualità che svolgono un’azione termoisolante e mantengono il calore all’interno in maniera ottimale. Per risparmiare sui consumi, vi suggeriamo di non aprire lo sportello durante la cottura e di spegnere il forno per qualche minuto, sfruttando l’aria calda residua e cuocendo i cibi senza spendere la corrente elettrica, da preferire un modello di classe A che consuma all’ora circa 0,80 kW all’ora.

Imposta ordine discendente

11 Prodotti/o