Impastatrici Planetarie

Le impastatrici planetarie, utili per pane e pasta

L’impastatrice planetaria è presente ormai in moltissime le cucine italiane, semplice da usare e perfetta per realizzare dell’ottima pasta fresca e del pane caldo come quello sfornato dal panificio


Di solito le impastatrici migliori sono dotati di accessori intercambiali che si montano alla fine del braccio meccanico della planetaria per realizzare diverse tipologie di impasto:  sono disponibili le fruste a K, adatte per gli impasti morbidi come le torte o le preparazioni leggere e soffici che possono essere utilizzate anche per emulsionare uova e farine mentre il famoso gancio ad uncino serve per lavorare gli impasti lievitati e più duri come il pane e la focaccia.


Se volete potete addirittura preparare dell’ottima pasta fresca utilizzando le apposite trafile: spaghetti, fettuccine e lasagne sono pronte nel giro di pochissimi minuti mentre per realizzare altri formati consigliamo l’acquisto di accessori aggiuntivi come i cilindri extra per preparare la pasta spessa in formati differenti, in alternativa potete acquistare direttamente la macchina per la pasta, cavatelli, gnocchi.


Si tratta di un apparecchio solido e compatto dotato di una ciotola in acciaio inossidabile o metallo in grado di creare un impasto omogeneo evitando che gli alimenti si attacchino al bordo, utile anche la presenza di manici sul bordo della ciotola per una presa migliore.


La capienza del recipiente indicata in litri varia a seconda delle impastatrice che si sceglie e dell’impasto da lavorare: per fare l’impasto del pane è sufficiente un contenitore con una portata che va dai 500 grammi fino ai 2 chili.


Nelle impastatrici di alto livello il contenitore è rappresentato da una piccola pentola che rende più snella e veloce la preparazione del cibo

Consigli sulle impastatrici planetarie

» Come scegliere l'impastatrice planetaria?

Imposta ordine discendente

Articoli da 1 a 30 di 34 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2