Home Piscine fuori terra Uso dello skimmer per piscine

Uso dello skimmer per piscine

2321
0
SHARE
piscina intex

Forma, dimensioni, materiali, rivestimenti sono le prime caratteristiche che vengono considerate quando si decide l’installazione di una piscina.

Tuttavia, ci sono altri elementi fondamentali da considerare: il sistema di filtraggio dell’acqua non va sottovalutato, perché da esso dipende la salute della nostra piscina. Inoltre, il tipo di impianto incide molto sia sull’estetica, sia sui costi e la manutenzione.

A cosa serve lo skimmer per piscine?

Si tratta di uno strumento che, a costi contenuti, permette di filtrare l’acqua della piscina, per mantenerla sempre pulita e sana. La cura e la pulizia dell’acqua sono fondamentali per la sicurezza dei bagnanti, in particolare in presenza di bambini. L’utilizzo di un sistema di aspirazione a skimmer concorre in modo determinante, assieme ad altri fattori, alla salubrità delle piscine.

Quali sono i sistemi possibili per la filtrazione dell’acqua?

I sistemi possibili per filtrare l’acqua della piscina e mantenerla pulita sono essenzialmente due. Il sistema a sfioro consiste nel recupero dell’acqua della vasca tramite una canaletta perimetrale per inviarla alla filtrazione, nella disinfezione e reimmissione dell’acqua. Il sistema a skimmer è dato, invece, da un’apertura laterale. Adatto sia alle prefabbricate, sia al cemento, più economico del sistema a sfioro, è un sistema di filtrazione semplice, sicuro, affidabile e idoneo a tutti i tipi di vasca.

Sono tutti uguali gli skimmer?

Anche se si tratta di un sistema di filtrazione piuttosto semplice, di skimmer ne esistono di diversi tipi.

Possono essere tradizionali o sfioratori. Nel primo caso, fondamentale è il buon posizionamento rispetto alla superficie acquatica. Infatti, per garantire una aspirazione efficace, il livello dell’acqua deve permanere almeno 15 – 20 cm sotto il bordo.

Il modello a sfioro, invece, permette di innalzare l’acqua fin quasi alla superficie: infatti, aspirando da tale livello, è in grado di togliere lo sporco che si deposita a pelo d’acqua, dando, peraltro, l’idea di avere una vera piscina a sfioro, senza far fuoriuscire l’acqua, ma contenendo notevolmente i costi rispetto all’altra soluzione.

Gli skimmer a gancio non necessitano di installazione a parete: sono fatti a cestello e, come dice la parola stessa, si agganciano al bordo della piscina, collegandoli, poi, al tubo di filtraggio.

Esistono, inoltre, gli skimmer flottanti. Possono essere galleggianti, per andare incontro allo sporco, non necessitando di installazione, oppure side-wall. Sono molto efficaci perché attirano di più e meglio la sporcizia verso di sè.

Ancora, abbiamo i robot skimmer. Sempre più popolari, sono elettrici e consentono di pulire bene sia la superficie, sia i bordi, raccogliendo depositi e detriti anche per la pulizia “grossa”. Utilizzano batterie ricaricabili e sono dotati di telecomando a distanza.

pompa-filtro-intex-mod-skimmer-deluxe

Come avviene il filtraggio?

I filtri per lo skimmer possono essere a sabbia o a cartuccia. In entrambi i casi garantiscono un’ottimale pulizia dell’acqua da detriti, insetti, corpi estranei e la depurazione da particelle e batteri.

L’importanza del posizionamento e della manutenzione

Il posizionamento è fondamentale per l’efficacia dello skimmer. Abbiamo visto che ne esistono di vari tipi. Sia esso tradizionale, a sfioro o senza installazione, va sempre messo alla giusta distanza dalla superficie dell’acqua e devono essere presenti in numero adeguato alle dimensioni.

Non solo: i principali nemici del sistema di filtraggio sono i detriti più ingombranti che si posizionano contro il bocchettone, impedendo il corretto passaggio dell’acqua. Occorre avere sempre premura di rimuovere questi detriti per mantenere in buona salute la nostra piscina e migliorarne anche l’aspetto estetico.

Grazie a questi pochi, semplici accorgimenti, tramite l’installazione di un sistema skimmer sarà possibile avere un piscina bella e salubre.

Come si manutengono gli skimmer?

L’importante è che il bocchettone di aspirazione e quello di reimmissione siano sempre sgombri da detriti. Essendo posizionati a 15-20 cm sotto il livello del bordo e dovendo arrivare l’acqua a metà dell’altezza dell’apertura di aspirazione, perchè possano fare bene il proprio lavoro, occorre periodicamente pulire la linea calcarea che, con ogni probabilità, si formerà alla loro altezza.

Occorre anche fare attenzione a che non si depositino detriti ingombranti in angoli “morti”: questo diminuisce la potenza di filtraggio dello skimmer.

La facilità di installazione, manutenzione, l’economicità, la varietà di tipologie e l’ottimo rapporto in termini di efficacia ed efficienza fanno dello skimmer il sistema di filtraggio più usato, con ottimi ritorni estetici sulle piscine e con un contenimento considerevole degli sprechi e dell’impatto ambientale.

Avere l’acqua sempre pulita permette di bagnarsi in totale sicurezza e relax.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here