Home Consigli sui prodotti Come Risparmiare fino al 70% di energia sugli Elettrodomestici

Come Risparmiare fino al 70% di energia sugli Elettrodomestici

3533
0
SHARE
Risparmio energia Elettrodomestici

I consumi degli elettrodomestici incidono notevolmente sulla bolletta dell’elettricità, in questa guida vedremo come risparmiare dal 40 al 70% di consumi energetici, un risultato sicuramente interessante.

Molto dipende da tre semplici fattori:

  1. Che tipi di prodotti acquisti
  2. Dall’efficienza dei prodotti
  3. Da come li utilizzi

Per risparmiare energia in casa bisogna osservare alcune regole e adottare una serie di piccoli accorgimenti quotidiani che possono influire in maniera significativa sul consumo, vediamo quai sono.


1. Risparmiare energia usando solo gli Elettrodomestici necessari

In casa ci sono dei piccoli elettrodomestici spesso utilizzati in maniera superficiale, infatti una parte delle funzioni svolte da questi apparecchi possono essere svolti anche manualmente.

La grattugia manuale ad esempio può essere utilizzata al posto di una elettrica, mentre lo spremiagrumi può sostituire tranquillamente il frullatore, per non parlare del bucato che può essere lavato a mano risparmiando in questo modo i consumi della lavatrice.

CONSIGLIO CHIAVE:

“Per abbattere i costi delle utenze domestiche (in questo caso le bollette elettriche) ed evitare inutili sprechi, utilizza gli elettrodomestici con intelligenza, liberati di accessori inutili e cerca di sfruttare (quando è possibile) il lavoro manuale”


COME SCEGLIERE UN ELETTRODOMESTICO PER RISPARMIARE?

negozio elettrodomestici

Per risparmiare sui costi dell’energia elettrica è importante riconoscere i potenziali consumi che può avere un elettrodomestico.

Gli elementi da considerare sono due:

  • La classe energetica dell’elettrodomestico: ogni prodotto elettrico è progettato in base ad una classe energetica che è possibile controllare sullo scatolo o sul prodotto stesso, le classi sono definite da una scala numerica che parte dalla lettera A (meno consumi) fino alla lettera G (altissimi consumi).
  • La qualità del prodotto: le performance dell’apparecchio elettrico, o meglio la potenza del motore in relazione al suo consumo, gli elettrodomestici di qualità sono costruiti con tecnologie che forniscono potenza a consumi ridotti.

2. Acquista elettrodomestici a basso consumo energetico

etichetta elettrodomestici

L’energia è un bene prezioso e va utilizzata con prudenza, l’etichetta energetica degli elettrodomestici è stata ideata appositamente per dare informazioni immediate al consumatore sulle performance dei prodotti in modo da orientarlo nella comparazione e nella scelta.

Oggi la maggior parte degli attuali elettrodomestici fanno parte della categoria A (bassi consumi) ma ci sono delle varianti che possono fare la differenza, gli elettrodomestici di classe A+, A++, A+++.

le classi energetiche

La differenza tra queste ultime categorie (definite dai +) sono da prendere in considerazione:

  • un prodotto con etichetta A++ consuma fino al 45-50% in meno di energia elettrica rispetto ad uno A.
  • un prodotto con etichetta A+++ consuma fino al 55-60% in meno di un prodotto di categoria A.

Tieni conto che: i prodotti più avanzati e con performance ottimali appartengono alle categorie energetiche migliori, ma chiaramente hanno dei costi di acquisto superiori.

CONSIGLIO CHIAVE:

“Acquista elettrodomestici e apparecchi elettrici con le migliori classi energetiche (A++ e A+++). Spenderai più denaro inizialmente, ma avrai oltre ad un ottimo prodotto un risparmio molto maggiore sul medio-lungo periodo. Quindi non badare troppo al risparmio iniziale. “


3. Attento a certi Elettrodomestici. Quali sono i più “energicamente costosi”?

Secondo alcuni studi, gli apparecchi più dispendiosi sono:

  1. la lavastoviglie
  2. la lavatrice
  3. il ferro da stiro
  4. il forno e/o microonde
  5. le stufe elettriche
  6. il scaldabagno elettrico
  7. Il Phon

L’utilizzo di questi apparecchi non pesa in maniera significativa sul consumo finale se vengono utilizzati solo per un periodo di tempo limitato, come di solito accade ad esempio con il ferro da stiro, il phon, la lavatrice o il forno, naturalmente ognuno ha le sue abitudini ed è saggio ponderare l’utilizzo.

Sicuramente se si tiene accesa la stufa per 10 ore durante il giorno, o si è abituati a stirare e a lavare in lavatrice moltissimi capi al giorno sicuramente le spese diventano eccessive.

CONSIGLIO CHIAVE:

“Tieni sott’occhio i 7 apparecchi killer del consumo elettrico”

Ora analizziamo alcuni dei prodotti menzionati che prevedono un consumo notevole e indichiamo cosa fare per risparmiare energia elettrica.


4. Come risparmiare nell’utilizzo della lavastoviglie?

Elettrodomestico diffuso su larga scala soprattutto nell’ultimo decennio, crea consumi di energia da non sottovalutare.

I 6 consigli per risparmiare sono:

  • La giusta dimensione: basterà scegliere il prodotto con capienza adatta alle esigenze di famiglia.
  • La classe energetica: un apparecchio di classe A o superiore e abbastanza potente è di sicuro il migliore.
  • Pre-pulizia: Per usare la lavastoviglie in maniera ottimale è sufficiente sciacquare le stoviglie prima di metterle nei cestelli, rimuovendo bene i residui di cibo dai piatti per evitare ulteriori passaggi.
  • L’utilizzo migliore: Il ciclo intensivo è da utilizzare solo se strettamente necessario per stoviglie molto sporche, in caso contrario potete scegliere tranquillamente il programma economico, da consigliare il lavaggio a freddo se ci sono poche stoviglie..
  • Lavate solo a pieno carico tanto il consumo è lo stesso sia con l’apparecchio vuoto che con quello pieno.
  •  Evita il programma di asciugatura per risparmiare il 40 % di energia.
  • Un ottima manutenzione influisce anche sul risparmio energetico, per prolungare la vita della lavastoviglie utilizzate pasticche anti-calcare e pulite il filtro e gli ugelli degli spruzzatori con cura, il sale ad esempio usato con regolarità aiuta a prevenire le incrostazioni di calcare.

CONSIGLIO CHIAVE:

“Uno dei punti più importanti per risparmiare con la lavastoviglie è mantenere alte le prestazioni del prodotto con una periodica MANUTENZIONE e PULIZIA”


5.Come avere un risparmio energetico nell’uso della Lavatrice?

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile anche se il suo utilizzo scorretto incide particolarmente sullo spreco energetico.

Ecco i 4 consigli da rispettare:

  • Una buona classe energetica: Come al solito è importante controllare l’etichetta energetica al momento dell’acquisto, opta magari per modelli di ultima generazione a basso consumo per risparmiare non solo energia elettrica, ma anche acqua e detersivo.
  • Programmi adeguati: Per ridurre i costi fino al 70% scegli il programma di lavaggio in maniera corretta, i programmi a basse temperature consumano molto meno, quindi usa un programma di lavaggio a 90 gradi in caso di macchie ostinate o bucato estremamente sporco.
  • Lava sempre a pieno carico per evitare dispersione di energia inutile e assicurarti un lavaggio migliore, se è dispobile usa l’impostazione “mezzo carico” quando il bucato non è molto.
  • No al pre-lavaggio: La funzione di prelavaggio non è indispensabile e aumenta il consumo elettrico di circa il 30-35%, attivate tale funzione soltanto in caso di biancheria molto sporca e lasciate asciugare il bucato manualmente.

CONSIGLIO CHIAVE:

“Per la lavatrice è indispensabile lavare i capi con il giusto lavaggio, evita il lavaggio ad alte temperature, come ulteriore risultato i vostri capi dureranno molto più a lungo”


6. Come fare economia energetica nell’utilizzo del forno?

Altri nuovi consigli per utilizzare al meglio il forno:

  • La ventilazione: Scegliete un modello di forno ventilato perché l’aria calda distribuita in maniera uniforme tende a velocizzare la cottura, si risparmia tempo e consumo di energia
  • Fai Pulizia: l’efficienza del forno dipende anche dall’assenza di residui di cibo che causano un dispendio maggiore di energia.
  • Meglio il microonde: Quando è possibile utilizzate il microonde al posto del forno (magari per riscaldare i cibi), poiché il microonde riscalda molto velocemente e permette un risparmio di oltre il 50%.
  • Attenti all’alimentazione: optate per un forno a gas che prevede costi minori
  • No al pre-riscaldamento: Evita di pre-riscaldare il forno se non strettamente necessario
  • La dispersione della temperatura: Non aprire spesso lo sportello durante la cottura per evitare dispersione di calore
  • Spegnilo al momento giusto: spegni il forno per qualche minuto per sfruttare il calore residuo in modo che possa cuocere anche da spento.

CONSIGLIO CHIAVE:

“Assolutamente forno a gas!”


7. Scaldabagno elettrico

I nostri consigli per evitare eccessivi sprechi energetici:

  • Solo se non ci sono alternative: installare uno scaldabagno elettrico solo se non è possibile ricorrere a una caldaia a gas
  • Alternativa: con i pannelli solari termici si può risparmiare fino al 70-80%
  • Ciò che serve: è preferibile un modello proporzionale alle esigenze della famiglia.
  • L’ora giusta per l’utilizzo: installa un timer che accenda lo scaldabagno 3- 4 ore prima di utilizzare l’acqua calda, di solito gli orari sono sempre gli stessi.
  • Regola il termostato a seconda della stagione, 40°C d’estate e 60°C d’inverno.
  • Spegnimento: In caso di mancato utilizzo vi consigliamo di spegnerlo.

CONSIGLIO CHIAVE:

“Trova qualunque altra soluzione per evitare di utilizzare uno scaldabagno elettrico”


8. Il KILLER numero 1 del dispendio di energia elettrica: il Frigorifero!

Il frigorifero è sicuramente l’elettrodomestico che consuma più di tutti gli altri, semplicemente perché è attivo 24 ore su 24.

Un frigorifero normale in media consuma dai 200-240 kWh per un totale di circa 220 euro all’anno, mentre il phon con i suoi 40 kWk incide sulla bolletta per un costo di soli 10 euro annui, un paragone molto differente.

Naturalmente dipende molto dall’utilizzo che si fa dell’elettrodomestico, utilizzare in modo errato il frigorifero può portare anche ad una spesa annua di 600€, mentre il giusto utilizzo può far spendere annualmente anche solo 150€, come vedi cifre molto sproporzionate tra loro.

Consigli per risparmiare:

  • Classe: Acquisire un frigorifero con la giusta efficienza energetica (possibilmente A+++) in modo da dimezzare le spese in bolletta e ridurre i costi.
  • Scegli la giusta dimensione: Ti consigliamo di acquistare il frigo in base alle persone che lo utilizzano, il frigo piccolo con una capacità di 70-100 litri è adatto per chi vive solo e non ha particolari necessità mentre una famiglia composta da 2 – 4 persone dovrà utilizzare un frigorifero capiente da 280 litri. Evita un frigorifero troppo grande se non ne avete bisogno, in questo caso consumate energia elettrica inutilmente.
  • Cerca di non riempire eccessivamente il frigorifero perché se è troppo pieno necessita di energia ulteriore per mantenere costante la temperatura desiderata e quindi consuma maggiormente. Lascia spazio tra i cibi e le pareti interne per consentire la circolazione dell’aria, un frigorifero troppo pieno non funziona bene.
  • Aprilo raramente: Ricorda di aprire o chiudere l’elettrodomestico in maniera corretta per evitare dispersioni di temperatura.
  • La temperatura giusta: Un altro consiglio da seguire è regolare il termostato in base alla stagione con una temperatura che va dai 3 ai 4 gradi per il frigo e -18 e i -15 gradi per il congelatore
  • Guarda se ci sono dispersioni: Attenti ai termosifoni e ai fornelli, di solito il frigo quando interagisce con più fonti di calore necessita di una potenza maggiore che porterà a maggiori consumi.

9. Altri elettrodomestici e prodotti elettronici

Abbiamo citato solo alcuni degli elettrodomestici che gravano maggiormente in bolletta, ma non dobbiamo trascurare neanche altri prodotti elettrici come i computer, stereo, i caricatori e altri piccoli apparecchi presenti in casa.

  • Il computer, ad esempio, deve essere spento durante le lunghe pause, si può attivare magari l’impostazione automatica dello screensaver per un minor spreco di energia.
  • Nel caso dei notebook (computer portatili) è meglio non lasciare inserita la batteria quando il computer è collegato alla rete elettrica.
  • Ricordati di accendere solo durante l’utilizzo le varie periferiche come le casse o le stampanti.
  • Sostituisci i vecchi apparecchi tv con il tubo catodico con schermi LCD e staccate dalla presa elettrica i caricatori quando non sono in uso dal momento che consumano comunque elettricità.
  • Spegni gli apparecchi: Per evitare qualsiasi forma di spreco, cercate di non utilizzare gli elettrodomestici oltre il tempo necessario e spegnete i macchinari quando non servono, lasciarli in funzione stand-by non serve a nulla anzi crea solo un’ inutile dispersione di energia.

Seguite dunque le nostre indicazioni e adottate i giusti comportamenti a seconda dell’elettrodomestico trattato per evitare ogni forma di spreco e per risparmiare sulle vostre bollette anche cifre considerevoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here