Home Piscine fuori terra La sicurezza durante l’uso delle piscine

La sicurezza durante l’uso delle piscine

1737
0
SHARE
piscina intex

La sicurezza della piscina: un dovere legale e morale

Mettere in sicurezza l’area della piscina domestica è il principale dovere di ogni proprietario. Le statistiche mondiali parlano chiaro: l’85% degli annegamenti dei bambini e adolescenti al di sotto dei 14 anni avviene nella piscina di casa.

Una cifra che deve far riflettere sull’importanza di coniugare il relax e il divertimento regalato dall’acqua cristallina con la sicurezza dei bagnanti. L’incidente è sempre dietro l’angolo purtroppo, ma bastano poche e basilari regole per assicurare a se stessi e alla propria famiglia un’estate all’insegna del divertimento.

La protezione dei bambini

Il problema della sicurezza in piscina riguarda ovviamente sia grandi che piccini. Sono però i bambini, proprio per la loro tenera età, i soggetti che rischiano di più. Non hanno per loro natura la cognizione dei confini di sicurezza e a volte non riconoscono il pericolo.

Dovere di un adulto è quello di allestire la zona dedicata alla piscina tenendo conto dei vari pericoli ai quali possono andare incontro i ragazzi. La negligenza può portare conseguenze irreparabili.

Il primo ma fondamentale consiglio è il più semplice ma anche il più disatteso: mai perdere d’occhio o lasciare da solo il piccolo che fa il bagno. I momenti di distrazione possono essere fatali, bastano 10 secondi sott’acqua per rischiare l’annegamento.

Per garantire la sicurezza dei più piccoli durante l’uso della piscina è fondamentale:

• Fornire ai bambini braccioli, salvagente ed eventualmente i giubbotti di salvataggio, soprattutto se molto piccoli

• Insegnargli a nuotare appena possibile

• Non lasciarli mai da soli in acqua

• Conoscere le prime manovre di salvataggio

Gli incidenti possono però avvenire anche fuori dall’acqua. Per questo motivo è buona norma tenere lontano dalla portata dei bambini i prodotti utilizzati per la pulizia e la disinfezione della piscina.

Norme di sicurezza in piscina

La prevenzione degli incidenti in piscina passa anche attraverso precise regole che i bambini e gli adolescenti devono osservare in modo scrupoloso.

Il sapersi comportare in piscina non è soltanto questione di educazione ma un modo per mettersi al riparo da possibili incidenti. In generale va insegnato ai ragazzi a:

• Non correre a bordo piscina

• Evitare le spinte e le acrobazie dal trampolino

• Usare sempre le apposite ciabatte antiscivolo

• Evitare giochi potenzialmente pericolosi come tenere la testa sott’acqua degli altri bambini

• Fare la doccia prima dell’entrata in acqua per abbassare la temperatura corporea

Mettere in sicurezza l’ingresso della piscina

sicurezza bambini in piscina

L’accesso libero alla piscina non è pericoloso soltanto per i bambini ma anche per gli animali domestici. La presenza di un recinto e di un cancello di sicurezza che chiuda non soltanto la vasca ma anche la zona circostante, è una precauzione efficace per scongiurare il pericolo di incidenti.

L’altezza ideale del recinto non deve essere inferiore al metro e mezzo e il cancello deve essere dotato di molle speciali che ne consentano la chiusura automatica dopo ogni passaggio. Questo è un accorgimento fondamentale per evitare che l’entrata rimanga pericolosamente aperta.

Una volta installata la recinzione è necessario controllare periodicamente il suo stato di salute, provvedendo immediatamente a eventuali riparazioni o sostituzioni di parti danneggiate.

L’occhio vuole la sua parte. È possibile far combaciare il bisogno di metter in sicurezza la piscina con l’estetica di un luogo deputato al relax e al divertimento. In commercio è possibile reperire recinzioni in plexiglas, in ferro battuto o in legno, soluzioni pregevoli e sicure.

La copertura di sicurezza per la piscina

La piscina può rappresentare un potenziale pericolo anche quando non è in uso. Per questo motivo è buona norma dotare la vasca di una copertura di sicurezza solida e robusta, capace di contenere senza flessioni il peso di un bambino.

La copertura della piscina offre numerosi vantaggi:

• è il mezzo di protezione più economico

• protegge non solo dagli incidenti ma aiuta a mantenere anche l’acqua pulita

• è disponibile in varie misure e materiali

Il sistema di allarme

Il sistema di allarme è perfetto per garantire la sicurezza durante l’uso delle piscina. È progettato per entrare in funzione non appena rivela la presenza di un’intrusione o di un’apertura improvvisa del cancello.

Gli allarmi si dividono in:

• Perimetrali

Questo tipo di allarmi vengono disposti lungo il perimetro della piscina ed entrano in funzione quando un intruso entra nell’area controllata.

• A immersione

L’allarme a immersione è ideale per rilevare la caduta in acqua di una persona. I modelli più sofisticati sono in grado di entrare in funzione se un bimbo sotto i 4 kg cade accidentalmente nella vasca.

Buon senso e qualche accorgimento sono il connubio indispensabile per mettere in sicurezza la propria piscina. Ultimo consiglio: avere sempre a portata di mano un kit di primo soccorso, perfetto anche in caso di tagli ed escoriazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here