Home Piscine fuori terra Cosa fare per avere una piscina sempre pulita?

Cosa fare per avere una piscina sempre pulita?

2142
0
SHARE
piscina intex

Installare una piscina all’interno della proprietà è sempre un ottimo investimento, ma sia che si tratti di una piscina interrata che fuoriterra è necessario perdere un po’ di tempo nella manutenzione. Infatti uno dei compiti più importanti con una piscina è mantenere l’acqua sempre limpida e cristallina, evitando la formazione di microrganismi pericolosi per la salute e antiestetici.

Purtroppo, non circolando ma restando ferma al suo interno, l’acqua della piscina è particolarmente soggetta alle trasformazioni chimiche, che possono rapidamente cambiare una splendida oasi di relax in una pozza di acqua maleodorante. Per questo è indispensabile intervenire quotidianamente con una pulizia manuale dell’acqua, utilizzando anche robot e sostanze chimiche.

La pulizia manuale della piscina

Per avere una piscina sempre pulita è importante effettuare tutti i giorni una pulizia manuale della superficie dell’acqua, tramite gli appositi retini. Infatti insetti, foglie e altri materiali organici che possono cadere nella piscina, il più delle volte trasportati dal vento, si decompongono rapidamente e aumentano la carica batterica dell’acqua della piscina.

Inoltre è raccomandabile pulire settimanalmente anche i filtri, qualora presenti come nelle piscine interrate. Oltre a garantire il corretto funzionamento del sistema di filtraggio, la pulizia costante di queste componenti assicura un perfetto ricircolo dell’acqua e protegge il motore della pompa contro eventuali sovraccarichi e intasamenti.

La pulizia delle superfici della piscina

In aggiunta all’asportazione manuale dei residui organici, è fondamentale mantenere sempre pulite le superfici interne della piscina. Purtroppo si tratta di una delle operazioni più noiose da eseguire, ma è un intervento vitale per avere un’acqua sempre limpida e cristallina. Infatti la sporcizia tende ad accumularsi sul fondo, soprattutto negli angoli e nei punti più nascosti.

Se non trattate, le superfici della piscina diventano ben presto un terreno fertile per la crescita di alghe e muffe, che alterano il PH dell’acqua e rendono impossibile fare il bagno. La pulizia delle superfici può avvenire sia con un pratico robot, che elimina lo sporco al posto nostro in maniera automatica, semplicemente collocandolo dentro la piscina e fornendogli energia, che manualmente.

In quest’ultimo caso è necessario munirsi di spazzole lunghe e possibilmente telescopiche, per raggiungere con facilità ogni punto della piscina. Qualora le alghe si fossero già formate è possibile aggiungere all’acqua un po’ di cloro, che facilita le operazioni di pulizia. Questo intervento dovrebbe essere effettuato almeno due volte la settimana durante il periodo estivo.

La regolazione del cloro con il dispense galleggiante

Il cloro viene usato nelle piscine per disinfettare l’acqua, perché elimina tutti i microrganismi e i batteri in essa presenti. Oltre ad aggiungerlo manualmente, è possibile acquistare un dispositivo molo pratico per mantenere l’acqua della piscina sempre pulita, il dispenser automatico.

In pratica è un galleggiante che rimane sulla superficie della piscina, al cui interno sono presenti delle capsule di cloro che vengono rilasciate gradualmente all’interno dell’acqua. Questo sistema assicura un apporto costante di cloro nella piscina, anche quando non è presente nessuno in casa come durante le vacanze.

Dispenser Cloro intex
Dispenser piccolo di Cloro Intex

Pulire l’acqua della piscina con le sostanze chimiche

Se il PH dell’acqua della piscina dovesse superare le soglie di tolleranza, oppure se la quantità di cloro risultasse essere eccessivamente bassa, è possibile intervenire con alcune sostanze chimiche. Per esempio si può utilizzare il Cloruro granulare, che permette di aumentare il livello di cloro nell’acqua semplicemente gettando in acqua la dose consigliata di prodotto.

La chimica aiuta molto i proprietari di piscine, infatti sono presenti in commercio anche sostanze cosiddette antialghe. Questi prodotti possono essere usati a livello preventivo per proteggere l’acqua dalla formazione delle alghe, bloccandone sul nascere la proliferazione. Si raccomanda di seguire sempre scrupolosamente le dosi riportate sulle confezioni e di usare dei guanti protettivi.

L’aspirazione dell’acqua della piscina

robot aspiratore intex

Infine per avere una piscina sempre limpida è possibile pulire l’acqua frequentemente, utilizzando robot aspiratori oppure pulitori idraulici a pressione. Si tratta di apparecchi che circolano all’interno della piscina, utilizzando la forza idraulica e la pressione dell’acqua per risucchiare ogni tipo di residuo dalla piscina, depositandolo in un filtro apposito.

Esistono vari modelli di aspiratori, sia semi-meccanici che totalmente automatici, alcuni dei quali in grado di spazzolare allo stesso tempo anche le superfici, per un servizio completo e molto efficiente. Per mantenere sempre pulita l’acqua della piscina è necessario avvalersi di tutti i sistemi citati, combinando azioni manuali all’utilizzo di dispositivi automatici e di sostanze chimiche specifiche per la pulizia della piscina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here