Home Piscine fuori terra Come curare la piscina in pvc

Come curare la piscina in pvc

1068
0
SHARE
piscina intex

Installare una piscina in pvc rappresenta la soluzione migliore a causa della semplicità del montaggio e dei costi piuttosto contenuti. Altro lato positivo riguarda la poche cure di cui necessita. Adottando le giuste precauzioni sarà così possibile far durare una piscina in pvc a lungo. Non basta però occuparsi esclusivamente delle manutenzione dell’acqua ma è opportuno adottare anche degli accorgimenti che assicurano il benessere della piscina.

Rimuovere le macchie dal rivestimento con il cloro

Nel caso in cui si formano delle macchie sul rivestimento in pvc della piscina, molto probabilmente la causa è da ricercare nel proliferare di funghi ed alghe. Per ovviare a tale problema è necessario intervenire con un trattamento a base di cloro da versare sopra le macchie.

Si consiglia di evitare il cloro in polvere optando per quello liquido o granulare: il rischio è un possibile scolorimento del rivestimento della piscina. Dopo aver effettuato il trattamento, basterà strofinare le macchie con una spazzola così da essere sicuri che vadano vie e procedere all’avvio del sistema di filtrazione.

Smontare la piscina a fine stagione

Appare opportuno, alla fine dell’estate, smontare la piscina in pvc e portarla al riparo in garage. Bisogna far asciugare completamente il telo prima di metterlo in magazzino in vista dell’inverno.

E’ bene sapere che molteplici sono le conseguenze negative nel caso in cui la piscina non viene smontata a fine stagione: prima fra tutti, “la rete presente al centro potrebbe cristallizzarsi e poi creparsi”. In tal caso non sarà possibile intervenire in alcun modo e bisognerà procedere all’acquisto di una nuova piscina.

Acquistare un tappeto sottopiscina

Per curare in maniera scrupolosa una piscina in pvc, importante è acquistare un tappeto da posizionare proprio sotto la piscina. I vantaggi sono molteplici poichè il tappeto offrirà benefici sia dal punto di vista del confort che per quanto riguarda la protezione del telo. Non utilizzare il tappeto può essere dannoso per il telo che potrebbe lacerarsi. Si consiglia inoltre di non utilizzare supporti in acciaio o in erba che ugualmente possono perforare il telo.

Pulire la piscina con un robot

Chi non ha tempo e voglia di procedere alla manutenzione manuale della piscina, potrà utilizzare un robot pulitore per piscina. Si tratta di un attrezzo con cui rimuovere sporco e detriti dal fondo e dalle pareti della vasca in pvc. E’ perfetto dunque per la pulizia ordinaria, tuttavia in caso di accumulo eccessivo di detriti è necessario procedere dapprima alla pulizia manuale.

Effettuare un trattamento anticalcare

E’ bene inoltre proteggere la piscina da eventuale depositi calcarei. All’insorgere di tale problema, bisogna intervenire in modo differite a seconda del posto in cui viene riscontrato il problema. Sarà sufficiente abbassare il livello dell’acqua e utilizzare un prodotto anticalcare se l’inconveniente riguarda esclusivamente la linea di galleggiamento.

Il prodotto dovrà agire per alcuni minuti poi bisognerà risciacquare con l’acqua della piscina stessa. Diverso è il caso in cui il calcare si forma sul fondo e sulle pareti della piscina. Occorre svuotare completamente la piscina ed effettuare un trattamento anticalcare, spazzolando le aree interessate.

Per compiere tale operazione, è importante che il rivestimento resti umido per evitare che il calcare diventi secco, rendendo la procedura maggiormente complessa.

Pulire i cestelli degli skimmer

Bisogna poi avere molta cura degli skimmer la cui funzione è quella di aspirare l’acqua in superficie della piscina che verrà poi ripulita e rimessa in circolo. Spesso capita che vengono aspirati anche foglie, insetti e lo sporco che si accumula sull’acqua riempiendo così il cestello che si trova all’interno degli skimmer.

La conseguenza è la minore capacità di aspirazione dovuta all’ammasso di materiale nel cestello. Per far sì che la piscina sia sempre funzionale, basta procedere periodicamente e in modo frequente alla pulizia del cestello degli skimmer.

Sarà sufficiente estrarre il cestello, svuotarlo dei detriti e completare la pulizia sciacquandolo sotto l’acqua corrente: in tal modo verrà via tutto lo sporco. Poi bisognerà riposizionare correttamente il cestello, controllando che sia stato agganciato per bene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here